Architettura sostenibile a Bergamo

Gritti architetti

         



L’intervento dello studio Gritti architetti si trova alla periferia di Bergamo, al limite di un parco agricolo. Il progetto realizza un volume di circa 4.000 mc ripartito su 2 blocchi edilizi, composti da unità aggregate, caratterizzate da ingressi indipendenti, dalla diversa colorazione delle facciate, dalla discontinuità delle coperture, dall’alternanza del sistema tetto/terrazza giardino e dalla massima flessibilità dei moduli abitativi (possono configurarsi senza variazioni strutturali in due appartamenti al piano, oppure in uno unico da cielo a terra). Lungo i fronti SE e SO sono state realizzate serre solari, che accumulano calore nel periodo invernale e possono essere schermate nel periodo estivo.
Gli edifici sono classificati in classe energetica A (consumi di 28Kwh/mq anno, certificati Casaclima e 18 Kwh/mq anno classificati Cened).
I due blocchi sono orientati in modo speculare con inclinazione di 45 gradi rispetto al nord, in uno prevalgono fronti NO-SE, nell’altro i fronti NE-SO. La struttura dell’edificio ha previsto che su un telaio in acciaio fossero appoggiati i solai prefabbricati. Le pareti sono stratificate e costituite da materiali isolanti in fibra di legno e lana di roccia a diversa densità che consentono di ottenere ottime performance termiche e acustiche a fronte di un basso spessore dei muri.


L’impianto termico è centralizzato per i 2 blocchi edilizi, con due sottostazioni solari che sfruttano 70mq di collettori solari termici e 6000l di acqua di accumulo per la produzione di acqua calda sanititaria e integrazione al riscaldamento. L’impianto di ventilazione meccanica controllata con dispositivo di recupero del calore è integrato al riscaldamento/raffrescamento.
Per ottimizzare il ciclo manutentivo del prodotto edilizio gli impianti sono collocati nelle intercapedini delle pareti e dei controsoffitti in fibrogesso.
La produzione elettrica delle utenze condominiali è realizzata con un impianto fotovoltaico (6Kwp) appoggiato su una pensilina che ospita i parcheggi di superficie. I  tetti sono predisposti per ospitare fino a 50 Kwp.
Il recupero dell’acqua piovana coinvolge complessivamente 50.000 litri da destinare all’irrigazione dei giardini privati e alle aree di uso pubblico.
Tutte le componenti sono disaggregabili e possono essere riutilizzate nel ciclo edilizio.










CREDITI

Localizzazione: Bergamo
Realizzazione: 2008
Progettisti: Gritti architetti  (Arch. Gianpaolo Gritti e Arch. Andrea Gritti con Arch. Pietro Gritti)
Strutture: Ing. Valter Andreoli
Progetto domotico: Isi2
Collaboratori: Arch. Leonor Serfaty, Arch. Giorgia Mazza, Arch. Adriano Civera
Impresa esecutrice: Andreoli Costruzioni

Postato nella categoria: Progetto del mese.

5 Risposta a Architettura sostenibile a Bergamo

  1. Annalisa scrive:

    è possibile avere l’indirizzo? vorrei andare a vederle anche solo da fuori, mi occorre per un lavoro al Politecnico di Milano!
    Grazie!!

    • admin scrive:

      Salve Anna, dall’archivio del Premio Internazionale Architettura Sostenibile risultano essere in Via Giovanni Finazzi, a Bergamo.
      Spero l’indirizzo sia giusto.

      In bocca al lupo !

  2. uniroma.tv scrive:

    Ciao!
    siamo la redazione di Uniroma tv.
    visto il tema del tuo blog, credo ti possa interessare il servizio da noi realizzato.”Designing Protected Areas”Questo il titolo della tavola rotonda tenutasi alla Facoltà di Architettura della Sapienza e coordinata dal dottorando Stefano Dan

    http://www.uniroma.tv/?id_video=18502

    Ciao!
    A presto!

  3. paolo scrive:

    Progetto molto interessante, grazie. PB&Partners Progetti di architettura.


Lascia un commento