Residence Sun Flower

Nadia  Minetto e Stefano Gaiardo Architetti – GREEN STUDIO



Il complesso residenziale Sun Flower è costituito da sette unità abitative distribuite all’interno del lotto in tre blocchi, un blocco più a nord che conta quattro unità a schiera, un blocco centrale bifamiliare ed una casa singola a sud.

Il promotore dell’opera è una Società Immobiliare perciò l’obiettivo generale è stato quello di ottenere il miglior compromesso nel rapporto qualità/prezzo dei singoli alloggi massimizzando il risparmio energetico degli edifici ed il confort abitativo sia funzionale interno che estetico complessivo.

Per mutate esigenze della committenza, l’unità singola prevista a sud è stata completamente rivisitata in fase di cantiere e pertanto non risponde esattamente agli studi energetici preliminari adottati nella progettazione.



Nello sviluppo del progetto si è puntato ad una minuziosa progettazione bioclimatica cercando di garantire le migliori condizioni di esposizione all’irraggiamento solare invernale ed all’illuminazione naturale in tutti gli alloggi, attraverso lo studio della disposizione dei volumi in rapporto agli ombreggiamenti reciproci ed a quelli determinati dagli edifici esistenti, minimizzando le ombre portate nelle fasce orarie più significative.

Le scelte progettuali si sono indirizzate verso forme semplici e compatte disponendo i volumi edilizi all’interno dell’area secondo l’asse est – ovest. Nella distribuzione funzionale dei locali, si sono disposti soggiorno e camere da letto verso sud con ampie vetrate e, viceversa, cucine, bagni, locali di servizio e ingressi (ove possibile) verso nord con aperture di dimensione ridotta; in questo modo i locali a nord assumono una importante funzione di “cuscinetto termico”.



La composizione architettonica generale prevede l’alternarsi delle unità abitative in modo speculare, accoppiando vani di servizio quali lavanderie e garage a due a due, garantendo una maggiore privacy nei locali di soggiorno. Questa alternanza di volumi viene enfatizzata dall’andamento delle falde di copertura, il cui ribassamento permette inoltre di mascherare e nascondere i collettori solari.

La scelta compositiva dominante, tenendo conto sia delle esigenze bioclimatiche che della scansione ritmica dei prospetti è stata quella di lavorare con dei “cassetti” nel fronte sud in corrispondenza delle aperture principali che sporgono o arretrano assicurando un corretto soleggiamento ed ombreggiamento degli ambienti interni nelle diverse stagioni.



Le forometrie esterne sono dimensionate in modo da garantire il massimo dei guadagni solari invernali ed evitando il surriscaldamento estivo dei locali.

Per quanto riguarda le scelte costruttive si sono messe a confronto, pur perseguendo i medesimi obiettivi di risparmio energetico invernale, la tecnologia costruttiva in legno (per il blocco quadrifamiliare) con quella tradizionale in muratura (per gli edifici bifamiliare e singola) con particolare attenzione anche all’inerzia termica degli edifici ed allo smorzamento e sfasamento dell’onda termica nei mesi più caldi.





CREDITI

Progettisti: Nadia Minetto e Stefano Gaiardo architetti – green studio  www.green-studio.it

Consulenza energetica: labor s.r.l.

Committente: immobiliare sunflower s.r.l.

Localizzazione: Silea (Treviso)

Cronologia dell’intervento: 2006/2007 progetto

Realizzazione: 2007/2009

Postato nella categoria: Progetto del mese.

Lascia un commento